Divertirsi in coppia: ecco come usare un vibratore a letto con la tua donna

Molte persone si chiedono perché usare un vibratore in coppia? E la mia risposta è: perché non usarlo? Può essere piacevole, divertente, ravvivare la passione e apportare quel soffio di novità in camera da letto di cui a volte abbiamo bisogno… soprattutto se si tratta di una relazione stabile che dura da tempo. Questi sono tutti validi motivi per provare e anche per rassicurarti: se hai questa fantasia, non c’è niente di male ed è del tutto normale! Tutti noi amiamo provare cose eccitanti a letto e nuove emozioni. Quindi, usare un vibratore in due è davvero un’ottima cosa per la tua vita sessuale.

Detto questo, ci sono però alcune cose da capire… Ad esempio, come puoi scegliere quello giusto? Come usarlo? A questo proposito, ecco una guida completa per te e per la tua partner!

I vari tipi di vibratori: per scegliere quello giusto, dobbiamo sapere cosa ci offre il mercato

In questi giorni, l’acquisto del primo vibratore è molto complicato. Infatti, ce ne sono tanti. Internet può aiutarci molto: possiamo navigare sugli e-commerce, leggere le descrizioni e le recensioni e farci un’idea.

Ad ogni modo, per comprare quello giusto, devi sapere anche cosa desideri farci, in quanto ce ne sono di vari tipi e hanno funzioni diversi. Alcuni sono parecchio penetranti, altri fanno un lieve solletico e/o hanno varie tipologie di vibrazioni e velocità, altri comprendono la musica… e poi hanno forme diverse utili per diversi tipi di stimolazioni…

In pratica, il mercato offre davvero un’ampia scelta. Ci sono mutandine vibranti, vibratori anali o vaginali, anelli per il pene che vibrano e stimolano il clitoride durante la penetrazione… Pertanto, è ovvio che se vuoi introdurre il sesso anale nella tua vita sessuale, dovrai prediligere l’acquisto di “butt plug” di varie misure, adatti per la preparazione alla penetrazione e dotati di una forma sicura, che non consente di farlo entrare interamente nell’ano e che quindi è privo di rischi.

Se vuoi divertirti quando siete fuori, puoi optare per le mutandine vibranti. In alternativa, puoi comprare un vibratore vaginale da usare durante i preliminari, durante la penetrazione anale e non solo… Insomma, la scelta è varia e non ti resta che decidere cosa fare… oppure potete comprarli tutti, provarli e capire cosa vi piace di più.

Tuttavia, per iniziare, ti suggerisco di optare per un vibratore normale (a meno che non siate decisi per il sesso anale e, in quel caso, comprare vari butt plugs è la soluzione migliore). La maggior parte di essi hanno dei prezzi abbordabili, sono disponibili in molti varie forme e dimensioni, sono muniti di istruzioni dettagliate e offrono più di una velocità e, spesso, anche diversi tipi di vibranti. Quelli con 5 funzioni a forma “fallica” e in silicone sono i migliori. Altrimenti ci sono i “Pocket Rockets”, ovvero piccoli vibratori per la stimolazione clitoridea (e non pe la penetrazione).

Naturalmente, ci sono molti altri tipi di vibratori sul mercato, ma nessuno è l’ideale per principianti come quelli ti ho appena elencato.

In caso voleste partire dai prodotti più avanzati, ci sono i “coniglietti”, perfetti sia per la penetrazione vaginale che per la stimolazione clitoridea in contemporanea. Poi ci sono i vibratori per il punto G, che hanno una forma ricurva, sia classica e semplice che a forma di pene.

Ovviamente, se volete usarli su entrambi, quelli classici sono sempre i migliori. Se invece tu hai intenzione di usare il vibratore in due, ma solo sulla tua partner, puoi anche prenderne uno a forma di pene… ma cos’altro devi sapere prima di acquistare il vostro nuovo giocattolo sessuale?

Tutto quello che devi considerare prima di iniziare

Devi sapere che alcune coppie hanno molte preoccupazioni riguardanti l’aggiunta di un vibratore nella loro vita sessuale. Pensano che il/la partner non sia soddisfatto/a e abbia per forza bisogno di qualcosa in più, credono che poi non gli/le basteranno più, e/o hanno il timore che l’introduzione di un sex toy possa rendere il rapporto sessuale impersonale e freddo. Se anche tu la pensi così (o la tua partner), sappi che è tutto il contrario: questi timori sono normali, ma infondati.

Quindi, può essere utile parlare di tali preoccupazioni prima dell’acquisto e mantenere una comunicazione aperta a riguardo anche durante le prime esplorazioni. Come uomo, devi anche realizzare che per le donne il sesso è relazionale e che nessun dispositivo potrà mai darle lo stesso piacere che le dai tu con la tua passione e i tuoi sentimenti nei suoi confronti.

Perciò, così come tu desideri provare a usare un vibratore in due per puro divertimento, se una donna desidera provare un vibratore su di te o su di lei (usato da te), anche lei desidera divertirsi. Questo avviene in particolare quando insieme avete un’ottima ed eccitante vita sessuale. Se non è così, parlarne può aiutarvi a sfatare ogni dubbio e/o a capire gli eventuali problemi. Detto questo, andiamo a scoprire alcune cose molto interessanti…

Come usare un vibratore in due: su di lei…

Non è difficile e può fare grandi cose, soprattutto durante i preliminari. Per le prime volte, ti suggerisco di distenderti al fianco della tua partner, di lubrificare il vibratore e di posizionarlo prima tra le labbra della vagina, sopra o vicino il clitoride. Inizia con velocità più bassa e aumenta gradualmente, usando l’ultima velocità solo quando lei si sta avvicinando all’orgasmo. Aumentare troppo in fretta potrebbe provocarle dolore in quanto, come sai, il clitoride è un punto molto delicato.

Se si tratta di un vibratore vaginale, ovvero adatto per la penetrazione, comportati allo stesso modo e, quando la vedrai molto eccitata, potrai iniziare a penetrarla pian piano. Se si tratta di un butt plug, dovrai procedere con ancora più cautela e usare molto lubrificante in più. Il suggerimento principale è di partire con la misura più piccola, iniziare a stimolare con il vibratore l’area intorno all’ano e, in contemporanea, il clitoride con la mano libera.

Quando la sentirai parecchio eccitata, potrai cominciare a farti strada all’interno, molto ma molto lentamente. Una volta dentro, potrai muoverti con delicatezza fino a che non ti renderai conto che riesci a muoverti con molta facilità. A quel punto, potrai passare alla misura più grande, mettendo in atto le stesse mosse. Quando l’ano sarà rilassato al massimo, potrai passare alla penetrazione con il pene.

Ecco alcuni suggerimenti e regole da non sottovalutare:

  1. Quando si tratta di penetrazione con vibratore vaginale, puoi aumentare il suo piacere tenendolo un po’ premuto oppure premendo e rilasciando ripetutamente. Puoi muoverlo anche in circolo e usare l’altra mano per stimolare anche il clitoride.

 

  1. Non usare mai lo stesso vibratore prima per l’ano e poi per la vagina: potresti portare i batteri da una parte all’altra e far scatenare irritazioni, infiammazioni e fastidi che, successivamente, potrebbero passare anche a te.

 

  1. Non usare i vibratori vaginali per l’ano. In primis potrebbero essere troppo grandi e, in secondo luogo, potrebbero non avere la forma giusta… facendoti rischiare di perderlo dentro.

 

  1. Mentre stuzzichi la tua partner, osserva le sue reazioni e cerca di capire cosa le piace. In questo modo, potrai portarla all’orgasmo con più facilità.

 

  1. Se vuoi farle provare degli orgasmi multipli, sarà necessario imparare a rallentare la stimolazione dopo il primo orgasmo, incrementarla nuovamente in maniera graduale fino ad arrivare all’orgasmo successivo, per poi ripetere la stessa operazione fino a che lei vorrà.

 

  1. Per usare il vibratore sulla tua partner, puoi metterti sdraiato al suo fianco o tra le sue gambe: puoi fare come vuoi… l’importante è che entrambi siate comodi.

 

  1. Cerca sempre di applicare il lubrificante in abbondanza, sia sul vibratore che sull’area da stimolare (questo non è necessario per la penetrazione: in questi casi, basta semplicemente metterlo sul dispositivo).

 

  1. Dovresti tenere il vibratore tra il pollice e l’indice, o con il pollice e due dita come se fosse una matita gigante.

 

  1. Non lasciare mai l’altra mano libera: usala sempre per stuzzicare un’altra parte del corpo e per fornire alla tua partner una doppia stimolazione.

 

  1. Ricorda che il clitoride è molto sensibile. Quindi non cominciare da lì, ma parti sempre dalla circonferenza esterna e dalle grandi labbra.

 

  1. Puoi usare il vibratore anche per stimolare dolcemente i capezzoli.

 

Tieni bene a mente questi suggerimenti, poi usa la fantasia e lasciati andare alla passione, al piacere e all’attrazione sessuale che provi per la tua partner!

Come usare il vibratore in due: su di te…

Un vibratore può essere stimolante per una donna, ma anche per un uomo. È decisamente molto più utile e funzionale per una donna… ma non vuol dire che non vale la pena di provare!

In questo caso, sarà necessario che la tua donna aumenti la velocità con minore preoccupazione e che vada a massaggiare principalmente i muscoli pelvici, ovvero quelli che si trovano tra lo scroto e l’ano. Anche in questa situazione, sarà opportuno usare molto lubrificante e prestare attenzione alle reazioni dell’uomo. È possibile effettuare dei movimenti circolari soprattutto nell’area centrale di questa muscolatura e, in contemporanea, la donna potrà usare l’altra mano per stimolare il pene. Aumentando gradualmente il ritmo della masturbazione e stimolando in contemporanea il muscolo con il vibratore, si potrà provocare un orgasmo stupendo.

Si può utilizzare il vibratore anche sulla punta del pene in erezione, sempre facendo dei movimenti circolari e una leggera pressione. Tuttavia, essendo che si tratta di una parte molto sensibile, sarà necessario aumentare ancor più la quantità di lubrificante applicato. In caso contrario, invece che piacevole… potrebbe risultare tutto molto fastidioso o doloroso e causare una perdita dell’erezione.

Un altro modo di usare il vibratore in due per far provare più piacere ad un uomo è farsi guardare dal partner mentre lo si utilizza su se stesse. La maggior parte degli uomini trova questa cosa estremamente eccitante… e può rivelarsi anche un’esperienza molto istruttiva!

Usare il vibratore in due… durante la penetrazione

Anche questo è possibile, e si può decidere come e cosa usare. È possibile usare un butt plug per penetrare analmente la donna durante l’atto sessuale (questo potrà prepararla all’eventuale e futuro rapporto da dietro), oppure diversi tipi di vibratori e altre modalità di stimolazione. Qualche esempio più specifico?

Potrai usare un vibratore vaginale per la penetrazione in vagina mentre tu la penetri nell’ano, oppure puoi usare un anello vibrante, dei pocket rocket o dei vibratori a forma di uova per occuparti del clitoride durante il rapporto (sia vaginale che anale). Anche in questo caso, dovrai ricordarti di usare molto lubrificante e di partire da una velocità minima, procedendo con l’aumento graduale della velocità, del ritmo e della pressione.

Naturalmente, una donna può usare il vibratore da sola e su stessa persino durante la penetrazione. In ogni caso, sarà opportuno studiare l’area da stimolare e scegliere una posizione che vi permetta di usare il vibratore in tutta comodità.

Per rendere il tutto ancora più eccitante, ti suggerisco di iniziare a usare il vibratore fin dall’inizio dei preliminari…

  1. Prima di spogliarvi e quindi da sopra i vestiti (ottima soluzione per entrambi e per elevare la tensione sessuale).
  2. Utilizzandolo per stimolare i capezzoli… Alternando l’uso del vibratore a quello della bocca. Puoi fare lo stesso per il sesso orale e per la stimolazione manuale.
  3. Chi usa il vibratore ha il controllo totale del giocattolo: questo è molto stimolante, eccitante e dominante…

Consigli finali…

Come puoi vedere, utilizzare un vibratore in due è divertente e può trasformarsi in un’esperienza unica. Pertanto, ti suggerisco di iniziare con la tua ricerca online e, se possibile, di recarti con la tua partner in un negozio fisico. Potrà essere eccitante e potrà rivelarsi il metodo più giusto per scegliere il prodotto adatto. Infatti, prima dell’acquisto, sarebbe sempre opportuno fare queste cose…

  • Testare la forza della vibrazione sulla punta del naso… Non sto scherzando: il naso ha una sensibilità molto simile a quella del clitoride e della punta del pene. Quindi, se non fa male là, ma è piacevole… non farà male neanche nelle zone intime. Naturalmente, questo non può essere certo al 100%, ma si presenta come un aiuto abbastanza valido per il più delle volte.

 

  • Controllare il tipo di alimentazione del vibratore e, eventualmente, assicurarsi di avere le pile che servono.

 

  • Evitare i dispositivi fatti con materiali che contengono sostanze chimiche tossiche. Stai lontano dalla gelatina e dalla gomma e opta per plastica, silicone o elastomero.

 

  • Prima di fare la scelta definitiva, assicuratevi che vi piaccia davvero (sia per la forma che per il colore), che sia pratico e sicuro, e infine che sia adatto per ciò che desiderate fare a letto…

Detto questo, vi suggerisco di iniziare a divertirvi ancor prima dell’acquisto. Scegliere il prodotto giusto sarà un piacere eccitante, ma l’ultima domanda che dovrete farvi sarà… è il giusto investimento per il nostro piacere personale? Se la risposta è sì, non vi resta che comprarlo e iniziare ad usarlo!

Sarà un giocattolo perfetto per donne più giovani, per le donne che hanno bisogno di quella spinta in più… e persino per tanti uomini che non se lo sarebbero mai immaginato!!

Non vi resta che provare e scoprire cosa può accadere nella vostra camera da letto non appena inizierete a usare un vibratore in due… Buon divertimento!

Lascia un commento