Come fare un ditalino in modo perfetto: ecco l’arte della stimolazione

Come fare un ditalino?

Come si fa un ditalino?

Sono queste le domande che ti stai ponendo?

Alle donne piace molto essere toccate dal proprio uomo e, per di più, dobbiamo dire che i ditalini fanno parte dei preliminari e perciò è indispensabile capire come fare un ditalino ad una donna.

Quest’ultimi si rivelano una parte fondamentale per il sesso: consentono ad una donna di essere pronta per la penetrazione e anche molto eccitata.

Bisogna dire anche che è importante portare la partner all’orgasmo prima di penetrarla: questo la renderà più soddisfatta, più vogliosa di far godere anche l’uomo, ma anche più soggetta a raggiungere l’orgasmo durante la penetrazione (cosa che per molte donne è quasi impossibile).

Prima di addentrarci nell’articolo e scoprire come si fanno i ditalini ho un regalo per te.

Ho realizzato un Report Gratuito in cui ti svelo 10 tecniche che ti permetteranno di diventare un Dio del Sesso e farla urlare di piacere.

Clicca qui e scarica Gratis il report per farla godere di più

Da questa breve introduzione puoi capire che è importantissimo sapere come fare dei ditalini perfetti. In pratica, potranno portare anche te ad ottenere una maggiore soddisfazione dalla tua vita sessuale. Inoltre, quando un uomo fa godere una donna in maniera particolare, lei finisce per lasciarsi andare e per avere sempre più voglia di fare sesso con lui.

Non ti sembrano delle buone prospettive e delle ottime motivazioni per impegnarti e capire al più presto come fare un ditalino perfetto? Penso proprio di sì e quindi direi di iniziare con questa piccola lezione sul sesso, tutta dedicata alla stimolazione manuale della vagina.

Ti spiegherò di cosa si tratta e come fare nel dettaglio. Mettendo in atto le tecniche e seguendo i consigli che ti darò, potrai dire di essere un vero e proprio dio del sesso… Anzi, saranno le tue partner a dirlo e ad urlare dal piacere!!

Aspetta!

Hai già scaricato il report gratuito in cui ti insegno 10 tecniche per far godere una donna?

Clicca qui e accedi gratuitamente il mio speciale report

Informazioni base su come fare un ditalino

La stimolazione manuale che comunemente chiamiamo “masturbare”, e più nello specifico “diteggiatura”, o “fare i ditalini” quando è l’uomo a concentrarsi sul piacere della donna, è l’atto di utilizzare le dita per stimolare la vagina con lo scopo di far provare piacere alla partner. Una cosa fondamentale a cui pensare durante l’atto di stimolazione è l’obiettivo, che è appunto quello di fornire piacere alla propria donna, portarla eventualmente all’orgasmo (è doveroso farlo!) e favorire la vicinanza e l’intimità all’interno della coppia.

Come avrai capito, fare i ditalini può portare all’orgasmo, ma non è detto. Infatti, concentrarsi troppo su quello può aggiungere stress non necessario a questo atto e può avere un effetto dannoso per entrambi. Il segreto per fare dei ditalini perfetti è quindi concentrarsi sul piacere della partner, ma anche lasciarsi andare e rendere il tutto più naturale possibile. In questo modo, è molto probabile che l’apice del piacere arrivi presto e bene!

Tuttavia, nonostante sia necessario lasciarsi andare, è anche ovvio che per fare degli ottimi ditalini è assolutamente necessario osservare le reazioni e regolare le proprie mosse in base ad esse.

In pratica, la diteggiatura consiste nel toccare, massaggiare e infilare le dita nella vagina, ma relativamente alle reazioni della donna, ogni uomo può cambiare pressione, ritmo e velocità. Perciò, un uomo che sa come fare un ditalino in modo perfetto, non sa solamente usare le dita (che se ci pensi bene è molto facile): sa anche osservare la partner e personalizzare i movimenti in base alle sue preferenze sessuali, ovvero usando le mosse e i metodi che le consentono di provare piacere. Questo è il segreto per fare dei ditalini perfetti. Ma andiamo ad analizzare tutto nel dettaglio, in maniera tale che tu non abbia mai più problemi e che possa far urlare dal piacere qualunque donna!

Come hai capito fin’ora saper padroneggiare l’arte di fare i ditalini non è l’unica cosa che porterà la tua donna ad ottenere un orgasmo, perciò se non l’hai ancora fatto scarica gratis (cliccando qui) il mio report con all’interno 10 tecniche per far provare orgasmi multipli alla tua donna.

Quando e perché dovresti fare i ditalini ad una donna

Beh, solitamente, a questo punto molti uomini sono un po’ demotivati. Perché? Semplicemente perché sembra una cosa complessa. Tuttavia, non devi demordere, perché come ti ho detto… ne varrà la pena. Infatti, è estremamente necessario saper come fare un ditalino ad una donna: potrai migliorare la vita sessuale di entrambi… Lei potrà provare nuovi livelli piacere e renderti il favore.

Potrai usare la diteggiatura durante i preliminari, per riscaldare la donna e consentirle di raggiungere il primo orgasmo che renderà il secondo molto più potente e più semplice da raggiungere, anche durante la penetrazione. In secondo luogo, potrai usarli anche durante il sesso: per prolungare l’atto e renderlo più appassionante, potrai interrompere la penetrazione, uscire e iniziare a fare su e giù con le tue dita. Per lei sarà super-eccitante, ma anche per te… e potrai decisamente ritardare l’eiaculazione e far durare di più il rapporto.

Devi considerare anche che la diteggiatura è molto importante per le donne, anche perché significa elevare i livelli di intimità e fiducia presenti nella coppia. Più questi livelli si elevano, più sarà bella la vostra vita sessuale… Ti sembra poco??

E se la ragazza è vergine, la diteggiatura è ancora più importante. In primis perché potrà consentirle di eccitarsi e rilassarsi abbastanza, nonché bagnarsi e consentire ai muscoli della vagina di rilassarsi e lasciar spazio al tuo pene. In più, devi considerare che puoi portarla all’orgasmo: questo significa un rilassamento ancora maggiore, ma anche un’eccitazione tale che potrà rendere la penetrazione colma di passione e priva di eccessive preoccupazioni. Insomma, sapere come fare un ditalino a una donna è decisamente un’abilità sessuale da non sottovalutare!!

Gli errori da non commettere mai mentre fai un ditalino…

Come avrai capito dal paragrafo iniziale, quando si tratta di diteggiatura, il miglior approccio è basato sulla sperimentazione di nuove e vecchie mosse (comprensive di velocità, pressione e movimenti differenti) e sul feedback della donna. Ciò che funziona per una partner non può funzionare sempre anche per un’altra, e ciò che funziona per lei in un giorno… potrebbe non funzionare il giorno dopo!

Questo accade perché le donne hanno un apparato sessuale molto più complesso del nostro e perché sbalzi ormonali e gonfiori relativi ad alcuni giorni del mese possono cambiare la sua percezione del piacere. Tuttavia, se un uomo ha pazienza e la voglia di godere e far godere… il problema non c’è. Basta lasciarsi andare e darsi da fare: una donna che prova un immenso piacere vuole ricambiare… e quindi vale certamente la pena di fare un po’ di “fatica”! Inoltre, dopo essere stati per un po’ con la stessa partner, si inizia a conoscerla e compiacerla diventa sempre più semplice.

Perciò, non devi assolutamente fare l’errore che fanno molti uomini: non devi pensare di fare sempre allo stesso modo ogni volta e con tutte le donne e pensare che sai fare dei ditalini perfetti!! Assolutamente no! Tu devi essere in grado di regolare il tuo approccio in base ai segnali verbali e non verbali che la donna mette a tua disposizione. Questo può sembrare un compito arduo, ma con il tempo e la pazienza si impara a leggere eccellentemente questi segnali e, di conseguenza, a fornire stimoli sempre più piacevoli.

Oltre ai ditalini esistono altri modi per far godere una donna e ne parlo approfonditamente all’interno del mio report gratuito che puoi scaricare da qui

Un altro errore comune?

Concentrarsi sulla vagina troppo presto. Se la partner non è pronta per questo, ma tu inizi con la stimolazione vaginale troppo presto, puoi farle del male e rischiare che lei non sia più in vena per fare sesso. Di solito è sempre necessario impegnarsi prima in altri tipi di preliminari, come ad esempio dei morbidi baci… che partono da entrambi i lati del suo collo e pian piano scendono intorno al suo seno e poi attraversano le cosce…

In pratica, quando si tratta di preliminari e di ditalini, è importante suscitare la donna in maniera completa e graduale: partire prima dalle aree meno erogene… per poi arrivare pian piano a concentrarsi sulla vagina. Molti uomini fanno l’esatto contrario e questo è uno sbaglio che ti suggerisco di non commettere mai. Prenderti tutto il tempo necessario per fare i ditalini alla tua donna non solo ti aiuterà a rallentare il ritmo, ma sarà anche un modo per dimostrare alla tua ragazza che tu sai come concentrarti su di lei e vuoi farlo, nonché che il tuo scopo è stare con lei… e non fare tutto in fretta per sfogarti e basta.

Dopo gli errori, ecco una tecnica vincente!

Quindi, da quello che hai capito, fare tutto in modo lento, cominciare dal resto del corpo e per ultimo focalizzarti sulla vagina è decisamente il principale metodo che ti permetterà di fare un ditalino perfetto… seguito da tanti altri! Ma ecco dei passaggi che ti aiuteranno a fare le cose perfettamente:

  1. Dopo aver massaggiato e baciato il suo corpo, baciala sulle labbra e inizia a effettuare un leggero massaggio alla vagina, anche da sopra le mutandine.
  2. Continua a fare questo per un po’, passando anche a focalizzarti sul suo seno, ma continuando comunque a massaggiare la vagina. Questo vi collegherà fisicamente ed emotivamente, e ti permetterà di farla eccitare, bagnare e creare una grande tensione sessuale.
  3. A questo punto, togli le mutandine e, se necessario, usa molto lubrificante. Inizia a massaggiare lentamente e con dei movimenti circolari. Partire lentamente, ti aiuterà a sviluppare una migliore idea di quale siano la giusta pressione, il ritmo e la velocità che permetterà alla tua partner di impazzire.
  4. Quando avrai raggiunto il massimo della velocità e del massaggio, quando lei è completamente bagnata e mostra che quello che le stai facendo le piace molto, usa l’altra mano per entrare con una o due dita e fare su e giù.
  5. Continua con lo stesso ritmo fino all’orgasmo… e vedrai che sarà un orgasmo fantastico!!

Ti ho appena indicato una tecnica fantastica che combina la stimolazione del clitoride ai ditalini, consentendoti di far provare alla tua donna un orgasmo perfetto, dato anche dalla stimolazione del punto G e di tutti i recettori del piacere presenti all’interno della vagina.

Sappi che tutti gli uomini che vogliono capire come fare un ditalino perfetto dovrebbero anche provare a farlo in combinazione con il sesso orale: stimolare la vagina con la bocca e contemporaneamente infilare un dito dentro e fare su e giù… è qualcosa che fa letteralmente impazzire una donna! È una tecnica letteralmente da urlo che ti aiuterà a mostrarti come un vero e proprio dio del sesso. Quindi, usando questi due consigli, potrai decisamente fare dei ditalini magnifici e indimenticabili.

Ma ecco un’altra tecnica…

  1. Inizia delicatamente a toccare le zone intorno alla vulva, partendo dall’interno coscia e andando sempre più internamente. Le dita da usare saranno l’indice e il medio di entrambe le mani, e dovrai fare anche stavolta un movimento circolare. Questa mossa stimola tutta l’intera area in una sola volta ed è un movimento difficile per le donne durante la masturbazione autonoma. Quindi, è un massaggio che le piacerà moltissimo e che sarà capace di donarle un piacere immenso.
  2. Poi, con le stesse dita di entrambe le mani, vai a massaggiare tutta la zona pubica e, pian piano, scendi e concentrati lentamente sulle labbra esterne e interne. Dopo un po’, avrai costruito una grande tensione sessuale e un ottimo livello di eccitazione. Infatti, stai toccando la vagina, ma ancora non sei arrivato al punto…
  3. Non appena noterai che la tua donna sta provando un estremo piacere, usa un solo dito indice e, con un movimento circolare, inizia a massaggiare la zona intorno alla vulva. Disegna un cerchio intorno ad essa e falla impazzire per un po’, sempre continuando con questa mossa.
  4. Dopodiché, spostati e concentrati sulle sue cosce. Accarezzale con entrambe le mani e avvicinati lentamente di nuovo verso la vagina. Torna sulle cosce e ripeti questa operazione per circa 5-6 volte o per 1-2 minuti.
  5. Dopo un po’ di “presa in giro”, usa il tuo indice e il medio di entrambe le mani e massaggia nuovamente la vagina come nel passaggio 1 e 2.
  6. A questo punto, utilizza il pollice e il dito medio per aprire le labbra della vagina e utilizza le dita dell’altra mano per accarezzare le labbra interne. Dopodiché, porta prima un dito all’interno della vagina mentre con le altre continua a fare il massaggio esterno.
  7. Quando la donna inizia a mostrarti segnali di piacere (spinte, contrazioni muscolari, tremori e movimenti delle gambe, gemiti, urla, sospiri, etc.), inizia a fare i ditalini con due dita: indice e medio. Aumenta di velocità fino a che non trovi il ritmo perfetto. A quel punto, continua fino all’orgasmo.

I segreti utili per fare il ditalino perfetto…

Ti assicuro che con le tecniche che ti ho appena elencato farai faville. Tuttavia, voglio condividere con te anche alcuni importanti segreti che molti uomini sottovalutano

  • Ricorda che è importante non concentrarsi troppo sul clitoride, ovvero non stuzzicarlo con troppa forza. Infatti, proprio come la punta del pene è estremamente sensibile, il clitoride è la parte più sensibile della vagina. Il livello di sensibilità varia da donna a donna… pertanto, alcune donne amano la stimolazione diretta del clitoride e godono parecchio anche con ritmi più potenti, mentre altre necessitano che l’uomo sia estremamente gentile con questo punto. Altre donne preferiscono addirittura che l’uomo si concentri solo su altre parti della vulva, come ad esempio sulle grandi labbra interiore. Quindi, focalizzarsi troppo sul clitoride non può funzionare per tutte le donne.
  • Non tutte le donne urlano di gioia pura, ma allo stesso tempo non ogni donna è tranquilla su come raggiungere l’orgasmo. I risultati finali possono essere con o senza un orgasmo vero e proprio, che alcune donne possono raggiungere anche se la stimolazione digitale, e alcune donne non possono.
  • Per quanto riguarda ciò che il vostro partner preferisce, devi sempre ricordare che una donna risponde piacevolmente ad alcune mosse… ma la sua reazione può variare di giorno in giorno. Per questo è necessario non forzare la sua risposta positiva, ma semplicemente cambiare e provare nuovi approcci. La buona notizia è che ci sono tantissime opzioni… Tu hai appena conosciuto alcune tecniche, ma lasciandoti andare alla passione e alle sue reazioni… ne puoi mettere in atto tantissime altre, senza la necessità di studiare dei movimenti ben precisi… Le opzioni sono davvero infinite!

Come fare un ditalino: ecco la stimolazione del punto G nel dettaglio (e non solo!)

Adesso, è arrivato il momento di parlare nello specifico di come stimolare il punto G della donna. Il punto G si trova a circa 5-7 cm all’interno della vagina, sulla parete superiore. Tuttavia, dato che spesso è anche più su, ovvero a 3 cm dall’inizio, focalizzarsi su un “cerchio” più ampio è sempre la soluzione migliore. Infatti, una volta stimolata la zona, potrai sentire un rigonfiamento abbastanza grande… comunque ricco di nervature e recettori del piacere. Pertanto, poco conta se stimoli solamente quel punto preciso o anche tutta l’area che lo circonda: riuscirai comunque a farla godere da matti! Oltre che a capire dove si trova il punto G è indispensabile sapere come far provare orgasmi multipli alla tua partner, perciò clicca qui e scarica gratis il mio report per diventare un dio del sesso.

Per stimolare il punto G, basta inserire una o due dita all’interno della vagina, fermandoti con i polpastrelli a metà strada dalla fine del canale vaginale. A quel punti sarà necessario effettuare dei movimenti circolari e un po’ di pressione. Inizia lentamente, poi guarda le espressioni facciali della partner e tieni d’occhi i segnali di piacere che ti ho elencato prima. Quando lei inizierà a mostrare una grande soddisfazione e sentirai il rigonfiamento, significherà che stai lavorando sulla zona giusta.

Non appena avrai appurato che stai facendo tutto bene, potrai aumentare pressione e velocità, arrivando al tuo massimo. Continuando così potrai aver fatto un ditalino perfetto e potrai portare la tua donna a godere di un orgasmo magnifico.

Un’altra cosa che puoi fare per dare alla tua partner un orgasmo del punto G è usare la tecnica della sola pressione: premendo e rilasciando quella zona con un movimento ritmico, può consentirle di arrivare all’apice del piacere.

Ad ogni modo, un uomo che vuole sapere tutto su come fare il ditalino perfetto, deve saper stimolare tutti i punti giusti e non solo il clitoride e/o il punto G, perciò se vuoi differenziarti dagli altri uomini devi sapere come diventare un dio del sesso e devi capire come poter far provare ad una donna intensi orgasmi muplitpli, clicca qui se vuoi approfondire l’argomento

A questo proposito, devi sapere che alcune ricerche hanno portato alla luce la scoperta di altri interessanti “punti”, tutti estremamente sensibili. Oltre a quelli che abbiamo visto, ci sono anche il punto U e il punto A. Ne avevi sentito parlare? Se non sai di cosa si tratta, non preoccuparti: moltissimi uomini non hanno la più pallida idea di che cosa siano o della loro esistenza. Questo significa che tu stai per avere un enorme vantaggio rispetto a loro e potrai soddisfare le donne molto più di quanto altri uomini siano stati capaci di fare nella loro vita.

Partendo dal punto U, devi sapere che si tratta di una piccola area di tessuto erettile sensibile che si trova appena sopra e su entrambi i lati dell’apertura uretrale. In altre parole, appena sopra l’apertura vaginale.

Questo punto può essere stimolato accarezzandolo delicatamente con le dita, ma anche con la lingua o la punta del pene. Per stimolarlo con le dita, può essere utile usare molto lubrificante o anche bagnarlo con la tua saliva, oppure aspettare che lei sia bagnata abbastanza, infilare le dita prima nella vagina per bagnarti e poi andare a stimolare il punto U. A quel punto, potrai scivolare delicatamente con le dita ben lubrificate sia orizzontalmente che verticalmente, o anche massaggiare la zona effettuando dei movimenti circolari. Per ottenere un risultato ancora più potente, puoi stimolare contemporaneamente anche il clitoride e il punto G.

Il punto A è conosciuto anche come la “zona di AFE” e trova appena sopra la cervice, nel punto più interno della vagina. In altre parole, tra la cervice e vescica. Si tratta di un pezzo di tessuto sensibile che induce le donne a lubrificarsi e provoca dei potenti orgasmi ogni qualvolta viene stimolato correttamente. In questo caso, i metodi per stimolarlo sono uguali a quelli utilizzati per il punto G:

  • massaggio interno con movimenti circolari
  • tecnica della pressione (premere e rilasciare).

In ognuno di questi casi, la posizione migliore per stimolare la tua donna e per farle dei ditalini perfetti è quella del missionario modificato: la donna è distesa sulla schiena con le gambe piegate e divaricate. Se riesce, può essere utile che si tenga le gambe piegate e appoggiate sul petto. In questa posizione, potrai raggiungere perfettamente qualunque punto strategico.

Suggerimenti finali per capire come fare un ditalino perfetto…

Bene, siamo arrivati quasi alla fine e possiamo dire che sai tutto: hai in mente tutta la consapevolezza e le indicazioni che ti servono per masturbare ogni donna in maniera perfetta. Tuttavia, prima di lasciarti, ci tengo a darti alcuni suggerimenti finali…

In primo luogo, è fondamentale non dimenticare di CURARE LE TUE UNGHIE. È molto improbabile che una donna vorrà fare sesso con te se hai le dita sporche o le unghie affilate… e ha ragione! Se sono sporche potresti farle venire qualche prurito o infezione. Se sono lunghe e/o affilate, potresti farle male e rischierai di mandare a monte tutti i tuoi piani… in quanto lei non ti permetterà di farle un ditalino per molto ma molto tempo!

Perciò, ora che sei pronto per soddisfare la tua ragazza anche sotto questo punto di vista, non ti perdere in un bicchier d’acqua. Quando lei noterà che hai le dita ben curate sarà molto più predisposta a farsi toccare e avrà molta più voglia di lasciarsi andare… Ben presto sarà letteralmente dipendente dalle tue dita! Tra le altre cose, non dimenticarti mai che…

  • è estremamente necessario che la tua partner sia completamente bagnata. In caso contrario, usa un lubrificante ad acqua o un olio naturale, ma attendi comunque che sia un po’ più eccitata e rilassata. Anche concentrarti prima sul resto del suo corpo e poi sulla vagina, è un metodo utile per aiutarti a raggiungere il livello di eccitazione giusto.
  • Anche il tuo dito dev’essere bagnato: non si dovrebbe mai entrare in una donna con un “oggetto a secco”, anche quando è già bagnata all’interno.
  • Devi sempre iniziare con un dito solo e poi aggiungerne uno o due in più (a seconda della larghezza della vagina della tua partner, ma solitamente due in totale sono perfetti). Potresti farle male, in quanto i muscoli vaginali potrebbero ancora non essersi rilassati abbastanza.
  • Durante la diteggiatura, continua a baciare, a parlare (usa la tecnica del dirty talk!!) e a guardare la tua partner negli occhi. Tutto questo può essere estremamente importante per una donna e può consentire loro di fidarsi, connettersi emotivamente con te e lasciarsi andare.
  • Non iniziare con la diteggiatura se la ragazza non è in vena di fare sesso: questo potrebbe significare secchezza e chiusura. Abbonda con i preliminari, ma se non è il caso… non insistere!
  • Se lei è troppo timida e ha paura di quello che sta per accadere, tu procedi ancora più lentamente ed esplora con delicatezza tutto il suo corpo.
  • Cerca sempre di usare entrambe le mani: una doppia stimolazione di due punti (anche distanti come ad esempio seni e punto G) è sempre una miscela esplosiva!! Inoltre, usare solo una mano può anche significare metterci molto di più per eccitarla e portarla all’orgasmo.

Infine, non dimenticare che sperimentare diverse tecniche, velocità e pressioni è fondamentale per capire cosa funziona meglio. Sappi inoltre che una volta che avrai capito perfettamente come fare un ditalino perfetto alla tua donna, potrai anche arrivare a farla squirtare con queste tecniche (qui ne trovi altre). Infatti, imparando cosa le piace, potrai portare la donna a sperimentare un potente orgasmo… anche a spruzzo!

Tuttavia, ricorda di non metterla in imbarazzo, in quanto quel liquido che esce dalla vagina nei momenti di estremo piacere… non è urina, ma è un liquido prodotto dalla ghiandola di Skene.

Vederla eiaculare dovrà essere solamente una soddisfazione per te… Sai quanti uomini riescono a far provare orgasmi così potenti alla propria donna… Pochissimi!!

Quindi, non perderti neanche quest’occasione! Un dio del sesso fa questo ed altro… e se tu lo vuoi davvero, puoi fare praticamente tutto, far urlare qualunque donna e rendere la tua vita sentimentale a dir poco fantastica!

Allora che fai adesso… Non ti metti all’opera?

Buon divertimento!!

Articoli Correlati

Lascia un commento